Benvenuti nel sito ASSOPLANT, l'associazione italiana senza scopo di lucro per la tutela del settore delle piante prodotte in coltura protetta. I soci ASSOPLANT sono attivi nella produzione e commercializzazione di giovani piante di ortive e ornamentali, piante in vaso verdi e fiorite. ASSOPLANT rappresenta e promuove gli interessi dei suoi soci e, in riferimento al relativo settore, si propone come partner di discussione con gli enti governativi e gruppi di interesse. ASSOPLANT promuove lo sviluppo delle tecniche di produzione e rappresenta una fonte di informazioni per le imprese. Se sei interessato alla nostra associazione continua ....


8-11/05/14
Assoplant ha partecipato con un proprio stand alla mostra AGREM tenutasi a Vittoria (RG) dal 8 al 11 Maggio 2014. Nel corso della fiera sè tenuta una tavola rotonda sul tema della contraffazione dei prodotti per l'agricoltura e sul tema della moltiplicazione illegale delle varietà vegetali, il cosiddetto fenomeno del "taleaggio". Alla tavola rotonda, fra gli altri, hanno partecipato il Dott. Bardi (Assoplant) il Dott. Lipparini (Assosementi) e il Dott.Rosario D'Anna del Servizio Fitosanitario della Regione Sicilia. Il "taleaggio" genera danno alle aziende che operano secondo le norme vigenti


24/04/2014
Nonostante gli annunci, le promesse e l'inserimento nel "decreto del fare del 2013" del provvedimento per la riduzione delle accise sul gasolio agricolo impiegato nel riscaldamento delle serre, non si è fatto ancora un bel niente. Le nostre aziende continuano a pagare le accise ordinarie sostenendo costi sempre più insopportabili. Dopo 10 mesi dalla promulgazione manca ancora il decreto attuativo e  la conseguente circolare della Agenzia delle Dogane indispensabile a defiscalizzare le forniture da parte dei distributori. Situazione kafkiana che, purtroppo, si ripercuote, ancora una volta, su chi ha voglia di lavorare e di produrre.

28/02/2014
Il Consiglio Direttivo ha approvato la Position Paper relativa al disciplinare Road To Quality promosso da Assosementi. 
11/02/2014
SEMENTI, DE CASTRO: LA COMAGRI DEL PARLAMENTO EUROPEO RIGETTA IL REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE UE.
La Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento ha votato oggi il rigetto della proposta della Commissione Ue relativa al regolamento sul materiale riproduttivo delle piante (sementi). Paolo De Castro ha sottolineato come quella odierna rappresenti una decisione forte, che ancora una volta dimostra l’attenzione del Parlamento europeo alle richieste e alle esigenze degli agricoltori e dei cittadini dell’Unione. Gli oltre 1.400 emendamenti presentati lo scorso gennaio hanno portato ai 37 voti contrari (e solo 2 favorevoli) di oggi. I 90 atti delegati, le 12 direttive presenti nel medesimo regolamento e la sintesi forzata di temi complessi e differenti tra loro - come la commercializzazione delle sementi e del materiale da propagazione sotto il termine ombrello di "materiale riproduttivo vegetale" - della proposta originaria avrebbero potuto creare un fardello amministrativo per gli agricoltori e limitare la scelta e la trasparenza per i consumatori. Eventualità scongiurate dal voto di oggi.
11/02/2014
La posizione di Assosementi sulla mancata approvazione della nuova regolamentazione delle sementi : "Il Parlamento europeo è stato al centro di una violenta campagna di disinformazione che ha finito con il distorcere il dibattito e spostare l’attenzione verso temi che non erano in alcun modo oggetto del provvedimento in esame: la proprietà intellettuale e i diritti degli agricoltori, gli organismi geneticamente modificati, i materiali per ristrette nicchie di mercato e lo scambio di sementi tra privati hobbisti - ha dichiarato Valeria Martino, vice Presidente di Assosementi. Le reali esigenze dell’agricoltura e dell’orticoltura professionale finiscono così in secondo piano e si mette in pericolo il lavoro dei 12 milioni di agricoltori europei che domandano sementi di qualità ed innovative per contribuire alla sostenibilità ed alla competitività del sistema produttivo”. “Lo stop alla proposta della Commissione europea non priva comunque il settore di una sua disciplina, che resta al momento ancorata alle vecchie direttive, alcune delle quali adottate già negli anni ’60 e che hanno contribuito a far crescere con successo in Europa il settore sementiero e la produzione agricola” ha aggiunto Valeria Martino. “Auspichiamo che il dibattito possa riprendere nei prossimi mesi individuando con chiarezza gli obiettivi che comunque vedono al primo posto la qualità e la sanità delle produzioni, la tutela dei consumatori e la tracciabilità delle informazioni.” (Fonte www.sementi.it)

11/02/2014
La Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo respinge la proposta di nuova regolamentazione sulle sementi.
La Commissione ha respinto la proposta di nuovo regolamento sulle sementi con 37 voti a due. La decisione è stata motivata con una troppo ampia discrezionalità lasciata alla Commissione Europea ed una contemporanea scarsa libertà lasciata ai singoli Stati Membri di adattare le normative nazionali alle esigenza locali. I deputati hanno inoltre detto che la proposta non è riuscita a soddisfare gli obiettivi fondamentali quali la semplificazione delle regole, promuovere l'innovazione e considerare le piante come una risorsa. Leggi comunicato 

10/02/2014
Dalla Commissione Agricoltura della Camera arriva un chiaro e netto appoggio, con un voto all'unanimità, alla risoluzione presentata dall' On. Susanna Cenni a garanzia della sicurezza dell'agricoltura europea e il commercio internazionale dei semi senza intaccare la biodiversità e la libertà dei piccoli coltivatori europei di crescere e utilizzare le proprie sementi. Una posizione già preannunciata dal Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, Paolo de Castro, che inende rigettare, il prossimo 11 febbraio, la proposta di Regolamento della Commissione Europea, già criticata pubblicamente da tante associazioni e personalità anche nelle scrose settimane. L'intenzione della posizione assunta dalla Commissione Agricoltura della Camera è quella di rafforzare la decisione chiedendo al Governo un impegno più vasto a sostegno delle filiere delle sementi locali, del libero scambio dei semi, della biodiversità e degli agricoltori custodi

20/01/2014
Oggi, l' Alleanza dei  Landworkers  (http://landworkersalliance.org.uk) insieme ad altre 27 organizzazioni europee di agricoltori ha organizzato una manifestazione a Bruxelles in occasione della riunione della Commissione Agricoltura UE. I Landworkers ritengono che siano in gioco i diritti di 40 milioni di agricoltori europei per il controllo, il mantenimento, il miglioramento e la commercializzazione delle proprie sementi e razze di bestiame. Gli agricoltori di piccole e medie dimensioni producono oltre il 70% del cibo del mondo affidandosi a sementi prodotte in azienda. Secondo i Landworkers Inglesi le sementi e le razze degli agricoltori sono il fondamento del nostro sistema alimentare e pertanto devono rimanere al servizio delle comunità agricole. Oltre 300 agricoltori, sotto l'egida del Coordinamento Europeo de La Via Campesina si sono uniti alla mobilitazione di oggi per difendere i diritti degli agricoltori. Essi chiedono al Parlamento Europeo di affermare la centralità dei diritti degli agricoltori di controllare le proprie sementi e animali da allevamento e di respingere la proposta di modifica ai regolamenti che tendono alla privatizzazione dei servizi che dovrebbero rimanere pubblici.
13/01/2014
Il punto sul gasolio per riscaldamento delle serre (Decreto del Fare 2013). Non ancora operativa la nuova accisa di 25 Euro ogni 1.000 litriContinua
13/01/2014
Legge di stabilità 2014 – Ristabilita l'opzione per tassazione catastale per società agricole (Srl Sas e Snc)... Continua
04/12/2013
Assembla Assoplant con alta partecipazione (75% dei soci presenti). Programmate le attività per il 2014 e nominato il nuovo Consiglio Direttivo nelle persone di : Giacomo Bernardi (Presidente), Massimo Marconi (Vice-Presidente) Consiglieri : Mosé Davì, Angelo Pizzella, Francesco Zannella, Vincenzo Iacono e Vincenzo Taranto. Comunicato stampa

12/11/2013
Grande partecipazione al meeting annuale dell'Associazione Vivaisti Europei EU Plant tenutosi ad Amsterdam dal 6 al 8 Novembre 2013
Nella prima settimana di Novembre i vivaisti europei appartenenti ad EU Plant hanno partecipato ad una serie di eventi organizzati dai colleghi olandesi di Plantum in occasione della International floricultural trade fair (IFTF) e della International Horticultural trade fair (IHTF). Comunicato Stampa


05/10/2013
l'Agenzia delle Dogane, con propria nota del 1 Ottobre 2013, informa che per il calcolo dell'accisa di 25 euro/1000 litri di gasolio per il riscaldamento delle serre, prevista nel cosiddetto "Decreto del Fare" a partire dal 1° agosto 2013, bisogna attendere le modalità per la concreta applicazione dello stesso. Tali modalità devono ancora essere stabilite tramite uno specifico decreto che sarà emanato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze. Per il momento quindi,  ancora alcun beneficio concreto per gli agricoltori.

16/09/2013
Con sentenza del TAR  del Lazio stabilità l' applicabilità della norma relativa ai termini di pagamento dei prodotti agricoli prevista dal cosiddetto "Art 62". Questa sentenza è in linea con quanto comunicato con propria nota dal MIPAAF in contrapposizione a quanto invece assunto con la nota del MISE. Prevale l' "Art 62" in quanto Legge Speciale.
13/09/2013
Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni in merito alla non applicazione dell'accisa ridotta sul gasolio per serre prevista nel "Decreto Fare" a partire dal 1° Agosto 2013. Sembra che ciò sia dovuto alla mancanza del decreto attuativo da parte del Mipaaf. Materia in corso di aggiornamento.

5/09/2013
Conclusa la formazione della delegazione di aziende vivaistiche italiane con 11 partecipanti al prossimo Meeting Annuale EU Plant organizzato  ad Amsterdam, dalla locale associazione Plantum, dal 6 all' 8 Novembre prossimo. Per l'occasione sono state organizzate visite presso aziende vivaistiche olandesi e al Naktuinbouw dove verrà discusso il test sul calcolo delle "piante  utili". Negli stessi giorni sarà possibile inoltre visitare le mostre IFTF e IHTF.

18/06/2013
Martedì 18 Giugno 2013 si è tenuto il meeting fra aziende vivaistiche operanti nella Sicilia Orientale. All'incontro , che ha visto un'alta partecipazione, hanno presenziato, oltre alle aziende di zona già socie di Assoplant, anche altre che ne condividono gli obiettivi e che quindi si apprestano a farne parte. Nel corso dei lavori sono stati trattati a fondo diversi temi che stanno a cuore dei vivaisti e che ne influenzano le rispettive attività economiche. Comunicato stampa

17/06/2013
Nel decreto del fare, approvato dal Consiglio dei ministri, ci sono importanti disposizioni per il settore agricolo
L' accisa sul gasolio per il riscaldamento delle coltivazioni sotto serra, cui attualmente si applica la stessa accisa prevista per tutti i prodotti petroliferi destinati agli usi agricoli, pari al 22 per cento dell'accisa ordinaria, viene ridotta a 25 euro per mille litri, a condizione che i richiedenti siano serricoltori per i quali l’attività imprenditoriale agricola costituisce l’esclusivo o comunque il prevalente fattore produttivo, cioè coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella relativa gestione previdenziale ed assistenziale.La disposizione decorrerà dal 1° agosto 2013 e fino al 31 dicembre 2015.

Riunione di zona Sicilia.
Il giorno 18 Giugno 2013 è convocata una riunione di zona per i Vivai Siciliani. Sono state convocate 25 aziende vivaistiche delle provincie di Siracusa, Ragusa e Agrigento. Se qualche azienda non avesse ricevuto l'invito è pregata di mettersi urgentemente in contatto con l'associazione (info@assoplant.it) per ricevere le informazioni necessarie alla partecipazione. Gli argomenti all'ordine del giorno posso essere visionati accedendo all'area riservata soci oppure cliccando direttamente qui

E' in fase di organizzazione l' Assemblea Nazionale dei Soci ASSOPLANT che si terrà nel mese di Ottobre 2013.  Al fine di facilitare la partecipazione degli associati che risiedono in diverse Regioni d'Italia stiamo valutando la possibilità di concentrare la riunione nella zona di Roma. La prossima assemblea è molto importante perchè si procederà a dare la struttura direttiva per il prossimo trienno organizzata in base alla rappresentanza regionale  continua .....

Agricoltura Intensiva y Justicia - Almeria 8/9 Maggio 2013. Nei giorni 8 e 9 Maggio scorsi si è tenuto , presso l' Auditorio Municipal Maestro Padilla di Almeria, il 2° Congresso sul tema Agricultura Intensiva y Justicia. Nel primo giorno di congresso sono stati trattati temi riguardanti la produzione del fresco . Si è parlato di un progetto per migliorare il funzionamento della filiera di produzione al fine di evitare posizioni predominanti di alcuni attori. E' necessario infatti riequilibrare le posizioni commerciali dei differenti operatori integrando le cooperative all'interno di questo scenario. Come ultimo argomento del primo giorno di conferenza sono state trattate tematiche relative al contenuto in nitrati della frutta e degli ortaggi in base alla legislazione vigente. Il secondo giorno di conferenza è stato dedicato totalmente al settore del vivaismo orticolo e quindi a problematiche relative alle sementi e alla produzione delle giovani piante. Al termine del Congresso si è aperta una interessante discussione fra Agricoltori, Vivaisti e Relatori del Convegno. Il tema principale avanzato dagli agricoltori e dai vivaisti spagnoli riguarda l'alto costo delle sementi ibride che ingloba anche il costo delle royalty  continua .....


L'incredibile "balletto" sull' At.62.  Nell' Ottobre 2012, a seguito della introduzione del DLgs 24 gennaio 2012 N.1 ed in particolare dell'Art.62 tutte le aziende vivaistiche hanno svolto una intensa azione divulgativa nelle campagne per informare i clienti coltivatori sulle nuove regole relative ai pagamenti delle forniture.   Questo lavoro, che si è protratto per mesi, ha necessitato dell'adeguamento delle procedure amministrative all'interno delle aziende generando una serie di costi aggiuntivi in un periodo economico dei più difficili.   Consapevoli che tale processo avrebbe richiesto del tempo prima di giungere  a regime ma consapevoli anche che avrebbe potuto portare benefici a tutta la filiera produttiva i vivaisti hanno cominciato ad adottare le nuove regole durante gli ultimi mesi del 2012.  Improvvisamente, a fine anno, con l'approvazione della Legge di Stabilità ..curioso nome in questa fattispecie... si determina che l'Art. 62 non è applicabile fra imprenditori agricoli continua....


 
 

CONVOCAZIONE
ASSEMBLEA
GENERALE
ROMA
24 GIUGNO 2014
ORE 10,30
Hotel Royal Santina


Costi dell'associazione
Domanda di adesione

Internet per comparto agricolo

ACCESSO AI BLOG

PUBBLICI

RISERVATI
Necessita di  account Google
da comunicare ad ASSOPLANT

- Blog piante/semi

 
Assoplant  - Codice Fiscale 92037190458
Powered by Studio Dati Partita IVA 00542580451
  Site Map